Tecnologia ReNaWa

ReNaWa: acqua rinaturalizzataUna tecnologia che sfrutta l’intelligenza della natura La tecnologia converte l’acqua industriale in acqua strutturata di qualità sorgiva. Passo dopo passo, attraverso il rilassamento, la purificazione e la preparazione.

Il nostro corpo ha bisogno di acqua e più l’acqua è naturale, più il nostro istinto la richiede. Ha un sapore delizioso, fa bene e disseta immensamente.

In passato, le persone si stabilivano sempre vicino a una sorgente, o almeno a un fiume o a un ruscello. L’acqua era indispensabile per la salute e la prosperità. All’epoca l’acqua era un bene prezioso e custodito.

Oggi l’acqua arriva direttamente a casa. Quello che all’inizio sembra un risultato tecnico pone noi e l’acqua di fronte a una serie di sfide, perché l’acqua perde la sua vitalità, il suo sapore, la sua qualità e la sua struttura a ogni passaggio della lavorazione.

L’obiettivo era quello di portare l’acqua a tutte le famiglie, nel modo più pulito possibile e disponibile 24 ore su 24. Solo con il tempo ci si è resi conto che probabilmente l’acqua è più di quanto non sembri o non appaia.

Sembra acqua, ma spesso ha un sapore diverso. Cosa c’è nell’acqua che non dovrebbe esserci? Ci sono milioni di persone che non riescono a bere l’acqua del rubinetto nella quantità giusta e importante per il loro organismo.

Che cosa sta succedendo? Perché è così? Cosa c’è di sbagliato nell’acqua? Perché una persona, il cui corpo è composto per oltre il 70% da acqua, non ne beve a sufficienza? Gli sviluppatori della tecnologia ReNaWa® si sono posti domande come queste e altre ancora fin dall’inizio. All’inizio c’erano altre 10 domande per ogni domanda e solo poche risposte.

Osservare l’ovvio è a volte più difficile del più complicato calcolo matematico.

Se si osserva la natura da vicino, molte domande trovano improvvisamente una risposta molto chiara. Per esempio, che tutto in natura ha un progetto, la costruzione di ogni cosa si trova in ogni vita fin dall’inizio. Un albero è solitamente rotondo, un filo d’erba piatto e un’ape a strisce, ogni cosa ha una sua architettura unica, così come l’acqua.

L’impronta dell’acqua è una struttura cristallina, proprio come si immaginano i cristalli di neve liquida. Allo stesso tempo, l’acqua è il miglior solvente e il miglior mezzo di trasporto per le sostanze. Ciò che è molto benefico da un lato è molto sfavorevole dall’altro, poiché ci vengono somministrate sostanze che non vogliamo nel nostro corpo.

Un’altra pietra miliare della ricerca è la consapevolezza che l’acqua è sempre in movimento. Per ottenere un’acqua di sorgente naturale, il movimento dell’acqua svolge un ruolo estremamente importante nella tecnologia ReNaWa® .

Deterioramento della qualità dell'acqua in 4 fasi

1

Mancanza di sicurezza

Anche se gli acquedotti rispettano meticolosamente i 55 parametri chimici e microbiologici previsti dall'ordinanza sull'acqua potabile, il numero di sostanze che possono essere rilevate nell'acqua è superiore a 2000. Questi includono fertilizzanti, sostanze industriali e ormoni, residui di farmaci. Né i politici né le aziende possono garantire una sicurezza assoluta. I valori guida si applicano ai residui di farmaci. Tuttavia, si tratta solo di una linea guida e non è necessario testarla.

2

Trasporto innaturale

L'acqua viene letteralmente forzata attraverso le condutture per molti chilometri, ad alta pressione. Sebbene le discutibili tubature in piombo siano state in gran parte sostituite da tubature in acciaio zincato, in acciaio inossidabile o in plastica, l'alta pressione che prevale nelle tubature comprime i gruppi di acqua (associazioni di molecole d'acqua).

L'acqua viene forzata attraverso i tubi, deve passare attraverso innumerevoli angoli stretti e per chilometri in linea retta. A seconda della sezione e del fatto che si trovi a monte o a valle di un riduttore di pressione, la pressione nelle tubazioni dell'acqua può raggiungere i 15 bar. Un bar di pressione corrisponde a una colonna d'acqua di 10 metri, mentre a 15 bar corrisponde a una colonna d'acqua di 150 metri. Chiunque abbia fatto immersioni e sia stato sott'acqua anche per pochi metri può immaginare la pressione a cui è esposta l'acqua del rubinetto ogni secondo.

Ciò che esce dal rubinetto di casa non ha più molto in comune con l'acqua così come la natura l'ha concepita. In natura, l'acqua non scorrerebbe mai liberamente attraverso uno stretto tubo per chilometri in linea retta e poi a tutta velocità con un angolo di 90 gradi dietro l'angolo. In natura, l'acqua cerca, o si costruisce, curve morbide e linee rette dolcemente curvilinee.

3

Elaborazione innaturale

Se l'acqua scorre in un ciclo naturale, si ripulisce da tutti i possibili parassiti. Anche prima che l'acqua del rubinetto entri nel sistema di tubature, spesso viene sottoposta a disinfezione con cloro, ozono o raggi UV. Il valore limite per il cloro è di 0,3 milligrammi per litro, a partire da 0,2 milligrammi è possibile sentirne il sapore. Molte abitazioni private utilizzano sistemi di osmosi inversa in casa. Purtroppo, questi consumano molta acqua, portano l'acqua in un intervallo di pH acido e, inoltre, il gusto ne risente.

4

Alienazione dalla natura

L'acqua potabile in Svizzera è ottenuta da acque sotterranee, superficiali o sorgenti. Dal momento in cui l'acqua viene prelevata dai serbatoi, attraverso la lavorazione negli acquedotti e il viaggio attraverso le tubature fino alle nostre case, si verifica un'alienazione dalla natura.

L'acqua naturale delle sorgenti scorre senza vincoli, facendosi strada tra torrenti e fiumi, attraversando rapide, a volte più veloci, a volte più lente, a volte increspate, a volte ferme.
È circondato da pietre, quarzo, sabbia e ghiaia.

La tecnologia ReNaWa® dà all'acqua, passo dopo passo, la possibilità di strutturarsi e rilassarsi nuovamente, come la natura aveva previsto.

Rinaturazione e strutturazione in 4 fasi

1

Comportamento naturale del flusso:

Il prefiltro in ceramica aiuta ad allentare le associazioni strette delle molecole d'acqua, i cluster compattati. L'acqua viene recuperata dall'alta pressione dei tubi. Come in un ambiente naturale, l'acqua scorre alla sua velocità.

Scorre da solo, dall'alto verso il basso, e solo il suo peso gli permette di passare attraverso i singoli elementi filtranti. In natura, le montagne, i terreni e le piante forniscono una pre-filtrazione naturale. Nella tecnologia ReNaWa®, questa parte della natura viene ripresa dal filtro ceramico a pori fini. I residui grossolani, come i batteri, vengono eliminati e trattenuti da questo pre-filtro fine. I pori hanno una dimensione compresa tra 0,2 e 0,45 µ, quindi un poro è circa 250 volte più piccolo di un capello umano.

2

Purezza naturale

Il 99% delle impurità presenti oggi nell'acqua sono di origine antropica. La natura non conosce i farmaci sintetici, la plastica o i gas di scarico delle automobili.

Per riportare l'acqua alla sua purezza naturale, dopo la pre-pulizia passa attraverso il filtro ceramico, direttamente in uno strato di carbone attivo ad alte prestazioni. Si ottiene dal guscio della noce di cocco.

L'ampia superficie e la struttura porosa del carbone lo rendono un eccellente assorbitore di sostanze indesiderate come piombo, mercurio, alluminio, zinco, rame, nichel, residui di farmaci, ormoni, pesticidi, cloro, odori, colori e aromi, ecc.

Uno strato di zeolite garantisce un'ulteriore sicurezza. Minerale prodotto dalla macinazione di rocce vulcaniche naturali. Agisce come un setaccio ultra-fine. Grazie all'esclusiva forma a reticolo cristallino con carica negativa e all'immensa superficie interna (fino a 1000 m2 di superficie interna con un solo grammo), la roccia è in grado di setacciare efficacemente le particelle nocive con carica positiva, ad esempio i metalli pesanti e gli elementi radioattivi, dall'acqua.

3

Trattamento naturale

Nel passaggio successivo all'acqua di sorgente naturale, l'acqua subisce un processo di trasformazione strutturale.
Le bioceramiche alcaline rilasciano ioni di calcio. L'acqua cambia il suo valore di pH e diventa leggermente alcalina. La ceramica riflette i raggi infrarossi della natura e favorisce la formazione di strutture esagonali nell'acqua potabile.

Gerald H. Pollack dell'Università di Washington è considerato un pioniere in questo campo di ricerca.
Le tormaline agiscono come elemento armonizzante sull'acqua. La pietra preziosa, che si dice abbia un effetto benefico fin dall'antichità, è armoniosamente coordinata con gli altri materiali.

4

Elementi naturali del fiume

L'acqua fresca di sorgente ha un sapore fresco e delizioso, è digeribile e rinvigorisce l'organismo.
In un sistema ecologico in equilibrio, l'acqua non scorre in un serbatoio sterile dopo aver lasciato la sorgente, ma si increspa dolcemente nel letto di un torrente con cristalli, pietre, ghiaia e altro ancora. Lo strato con cristalli di roccia assume il compito di letto del torrente. L'acqua assume così un gusto meraviglioso, originale e incomparabile.

Dopo lunghi anni di ricerca intensiva, è nostro piacere offrirvi un'acqua dolce così vicina alla natura. Vi aspettiamo e vi auguriamo un'esperienza di consumo vivace e rinfrescante.